Dettaglio News

On line il nuovo sito del Programma Euro-Mediterraneo PPRD South

27 aprile 2010

 

Il Programma euro-mediterraneo di cooperazione su Prevenzione, Preparazione e Risposta ai Disastri Naturali e Antropici (PPRD South), finanziato dalla Commissione Europea e gestito da un consorzio coordinato dal Dipartimento della Protezione Civile italiana, ha lanciato ufficialmente il suo portale web - www.euromedcp.eu. Il Portale mira sia a dare un alto livello di visibilità alle attività del Programma, sia a diventare uno strumento di lavoro interattivo in tre lingue - inglese, francese e arabo - per tutti gli interessati alla cooperazione sui temi della protezione civile tra Europa, Mediterraneo e Balcani.
 
"Questa importante iniziativa arriva nel Mediterraneo al momento giusto per colmare un'annosa lacuna nella divulgazione e promozione dell'informazione disponibile in tema protezione civile", ha detto il Direttore Generale della Protezione Civile algerina, Colonnello Mustapha El-Habiri, in un messaggio pubblicato sul sito. "Grazie a questo strumento multilingue, i paesi della regione hanno la possibilità di costruire insieme un meccanismo per lo scambio di informazioni che permetterà loro di conoscere meglio le rispettive esperienze.  
La costruzione partecipativa di questo portale può essere il primo passo verso lo sviluppo della tanto attesa comunità mediterranea per la gestione del rischio".
 
Il portale - www.euromedcp.eu - è basato su un sistema di redazione di tipo collaborativo, con le autorità di protezione civile dei diversi paesi partner responsabili delle rispettive sezioni nazionali. Il sito è aperto a chiunque sia coinvolto o interessato ai temi della protezione civile: gli utenti possono pubblicare articoli riguardanti i loro sistemi di protezione civile, le iniziative messe in atto nel proprio paese, le esperienze, le buone pratiche e le lezioni apprese.

"Si tratta di uno strumento notevole per aiutare gli operatori della protezione civile del Mediterraneo a preparare una risposta appropriata alla crescente domanda di servizi di protezione civile da parte delle popolazioni", ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, in un messaggio pubblicato nel sito. "Comunque, ci tengo a sottolineare, che, come sempre quando si tratta di protezione civile, sarà il "fattore umano" del meccanismo proposto a fare la differenza per il raggiungimento dei risultati attesi. Chiunque sia coinvolto nei sistemi nazionali di protezione civile, in Europa e nel Mediterraneo, dovrebbe impegnarsi ad utilizzare il portale, inserendo informazioni utili e avvalendosi delle risorse informative presenti per preparare, promuovere e realizzare azioni che rinforzino il sistema".
 
Il programma PPRD South, che beneficia di  un budget di € 5 milioni  di euro, contribuisce  allo sviluppo  delle capacità di protezione civile nei paesi partner del Mediterraneo e dei Balcani.  Lavorando insieme alle Autorità di Protezione Civile dei paesi partecipanti e sui risultati positivi delle precedenti fasi del programma, contribuisce allo sviluppo di una cultura di protezione civile basata sulla prevenzione dei disastri piuttosto che sulla risposta.